Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
20/03/2010 12:20PERIODICITA ELENCHIAVENDO NEL 1° TRIMESTRE DEL 2009 SUPERATO DI POCO € 50000, E I SUCCESSIVI TRIMESTRI INVECE NO (MOLTO INFERIORI), A CAUSA DELLA NUOVA NORMATIVA MI RITROVO A COMPILARE I RIEPILOGHI MENSILMENTE. CON LA VECCHIA NORMATIVA LI AVREI FATTI ANNUALMENTE. NON POTREBBE ESSERE RIVISTA QUESTA NORMA NELL'OTTICA DELLE SEMPLIFICAZIONI ANZICHE'AGGRAVARCI DI ADEMPIMENTI???
20/03/2010 12:19dubbiosaTitolare di ditta individuale-impresa- fa un viaggio di lavoro in Francia. Acquista un biglietto per il treno (via internet) e poi, giunto sul luogo, pranza al ristorante richiedendo fattura. Come si comporta contabilmente e per l'INTRA??? E' corretto: 1) integrazione fattura elettronica con reverse per biglietto treno più intra per questa fattispecie; 2) registrazione contabile fattura ristorante (quale codice IVA?????? non verrà chiesta a rimborso per diseconomicità) sia nei registri IVA che nel libro giornalee no modello INTRA. Grazie per la risposta.
20/03/2010 12:07Studio consulenza aziendaleQuesito: Una società italiana (committente) riceve nel corso dell’anno più fatture da un soggetto comunitario inglese per prestazioni continuative. La partita iva di tale prestatore inglese risulta cessata, in quanto lo stesso sostiene di appartenere ad un regime per il quale, sulla base del volume d’affari, è esonerato dalla TVA in Inghilterra. Ci chiediamo se tale prestazione rientra comunque nella regola generale “b2b” in quanto pur non avendo la partita Iva trattasi di soggetto passivo con attività d’impresa (infatti paga le imposte sul reddito d’impresa), oppure se tale prestazione è fuori campo applicazione iva per la mancanza del presupposto soggettivo.
20/03/2010 11:59marrubSocietà italiana acquista beni da società spagnola, identificata in Italia ai sensi dell'articolo 35-ter. La merce parte dal magazzino del soggetto spagnolo e arriva direttamente presso il magazzino della società italiana acquirente. La società spagnola emette una fattura con partita Iva italiana, senza applicazione dell'Iva ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del D.P.R. 633/72; la società italiana assolve l'Iva mediante applicazione dell'inversione contabile. Si domanda: 1) l'operazione così come descritta è corretta? 2) l'acquisto è soggetto alla presentazione del modello Intrastat? Grazie.
20/03/2010 11:44marissi chiede : nell'ambito di un servizio prestato a favore di soggetto residente nella CEE, che quindi deve essere dichiarato in INTRASTAT 1 quater, cosa occorre indicare nella colonna "importo dell'operazione" in relazione ad eventuali somme che in fattura, accanto ad importi non soggetti ad iva ai sensi dell'art. 7-ter, sono fuori campo iva (per esempio ai sensi dell'art. 15 dpr 633/72). Esempio: servizio generico prestato a favore di soggetto CEE,fuori campo iva ex art 7-ter, 100; somme anticipate in nome e per conto del cliente, fuori campo iva art. 15: 20. Cosa indicare nella colonna INTRASTAT"importo dell'operazione": 100 oppure 120? grazie