Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
19/04/2010 08:56r.b.In una fattura di provvigioni viene addebitata anche una quota per rimborso spese. La registrazione del servizio nell'intra quater va inserita per il suo totale (spese incluse) con il codice CPA relativo alle provvigioni o bisogna distinguere le due cose? Grazie.
19/03/2010 20:56studio bocchiolai diritti di riproduzione d'immagini, per un soggetto passivo IVA italiano che li acquista e li cede nella UE, a mezzo internet, in quale comma dell'art.7 DPR 633/72 sono contemplati e comportano la compilazione dei modelli Intrastat con quale nomenclatura?
19/03/2010 20:13comexi modelli intrastat si possono presentare in dogana con i floppy disc fino alla data del 30/4/2010?inoltre ho letto sul 24 ore che l'agenzia delle entrate entro il 30/3/2010 mettera' il poroprio software per l'invio dei modelli intra.chiedo conferma.grazie.
19/03/2010 19:56JESPAQUESITO : A) NELLA CIRCOLARE N. 14/E DEL 18/03/2010 SI DICE CHE "CON RIFERIMENTO AI SERVIZI INTRACOMUNITARI RICEVUTI, IL NUMERO E LA DATA DELLA FATTURA DA INDICARE NEL MODELLO INTRASTAT SONO QUELLI ATTRIBUITI DAL COMMITTENTE NAZIONALE SECONDO LA PROGRESSIONE DALLO STESSO SEGUITA NELLA PROPRIA CONTABILITÀ.". SI INTENDONO NUMERO DI PROTOCOLLO I.V.A. E RELATIVA DATA DI REGISTRAZIONE NEL REGISTRO I.V.A. ACQUISTI O NEL REGISTRO I.V.A. VENDITE ? SUGGERIMENTI/RICHIESTE : B) I MODELLI INTRASTAT RELATIVI ALLE "RETTIFICHE AI SERVIZI" ("QUINQUIES"), SIA RESI SIA RICEVUTI, COMPRENDONO ANCHE LA COLONNA "PROTOCOLLO DICHIARAZIONE", ASSENTE NEI MODELLI RELATIVI ALLE "RETTIFICHE DI CESSIONI DI BENI" ("TER"). ONDE SEMPLIFICARE IL LAVORO DEGLI OPERATORI, NON SAREBBE POSSIBILE E OPPORTUNO ELIMINARE TALE COLONNA ? C) NELLE ISTRUZIONI DEI MODELLI INTRASTAT RELATIVI ALLE "RETTIFICHE AI SERVIZI" ("QUINQUIES"), SIA RESI SIA RICEVUTI, E’ INDICATO CHE “IN CASO DI MODIFICA DI UNA QUALSIASI INFORMAZIONE DI UNA RIGA DETTAGLIO DICHIARATA IN PRECEDENZA .... OCCORRE: .... - INDICARE NELLE COLONNE DA 6 A 14 TUTTI I DATI COMPRENSIVI DELLE MODIFICHE.”. IN CASO DI RETTIFICA DEGLI IMPORTI ORIGINARIAMENTE DICHIARATI, PARE QUINDI NECESSARIO DICHIARARE I NUOVI IMPORTI E NON SOLAMENTE LE DIFFERENZE RISPETTO A QUELLI ORIGINARI. NELLE ISTRUZIONI DEI MODELLI RELATIVI ALLE "RETTIFICHE DI CESSIONI DI BENI" ("TER"), INVECE, E’ INDICATO CHE “.... È SUFFICIENTE INDICARE LE VARIAZIONI IN AUMENTO OD IN DIMINUZIONE DEGLI IMPORTI, ....”. TALE DIVERSO METODO, OLTRE AD APPARIRE PIU' LINEARE, CONSENTE, TRA L’ALTRO, LA “QUADRATURA” CON I REGISTRI I.V.A.. SE QUANTO SOPRA DETTO E’ CORRETTO, NON SAREBBE POSSIBILE ED OPPORTUNO, SEMPRE NELL'OTTICA DELLA SEMPLIFICAZIONE DEL LAVORO DEGLI OPERATORI, ALLINEARE LE DUE DIFFERENTI MODALITA’ DI COMPILAZIONE, ADEGUANDO QUELLA DEI SERVIZI A QUELLA DEI BENI ?
19/03/2010 19:54calimeroquesiti: 1) Per fattura emessa da soggetto passivo italiano a soggetto passivo italiano con rappresentanza fiscale in Belgio per prestazioni di servizi in cantiere situato in Belgio, l'Iva non deve essere applicata secondo art.7 ter? 2) Fattura emessa da soggetto passivo italiano (subappaltante) a soggetto passivo italiano (appaltante), (Committente soggetto passivo francese), per prestazioni eseguite in Portogallo, l'Iva non deve essere applicata art.7 ter?