Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
19/03/2010 15:22NadiaUn teatro italiano - soggetto passivo d'imposta - ospita nella prossima rassegna teatrale in Italia uno spettacolo prodotto da una associazione culturale francese che non è soggetto passivo d'imposta in francia e che quindi emette solo una ricevuta per il corrispettivo della prestazione senza Iva. La prestazione risulta tra quelle comprese nell'art. 7-quinquies DPR 633/72 Come si deve comportare il teatro italiano? Deve emettere autofattura ai sensi dell'art. 17, c. 2 applicando l'Iva dovuta ?Ha altri adempimenti ai fini Iva - Intrastat ?
19/03/2010 15:19Michelina ContarteseBuongiorno, avrei due quesiti da porVi: 1) Codici Servizi E' opportuno utilizzare i codice contenuti in lettera C - radice 33 per le prestazioni di un supervisore che si reca presso un cliente extracee e segue dalla A alla Z l'installazione di un impianto di cloro-soda, dal montaggio fino ai test di funzionamento finali in accordo alle specifiche condizioni di contratto? (a buon senso mi pare che non vi siano altri codici adatti, o quanto meno sarebbero di interpretazione più forzata rispetto a C / 33...) E' prevista un aggiornamento della lista dei codici servizi e nel caso da parte di quale soggetto e da dove si può / potrà scaricare? 2)Modalità di erogazione Esattamente come va valutato il servizio ricevuto per la compilazione di questo campo? Esempio: acquisto da un fornitore UE servizi per ottenere un semilavorato. Esiste un ordine al fornitore, ma non un contratto nel senso esteso del termine. Tuttavia il rapporto è continuativo, finita la produzione si riparte con una nuova campagna di elementi di genereazione più avanzata, ma i primi processi di lavorazione ddella materia prima per i primi semilavorati non cambiano, a parte eventuali differenze di prezzo eventualmente imposte dal mercato. Se si considera il caso esposto facendo riferimento ad ogni singolo ordine di lavorazione emesso, sembrerebbe un servizio immediato, se invece devo considerare il principio di continuità del rapporto nel tempo sembrerebbe un servizio non immediato. Come va valutata l'informazione per essere corretta e coerente con quanto richiesto dall'amministrazione finanziaria? Ringraziando anticipatamente per la cortese disponibilità, con l'occasione porgo i miei migliori saluti. M.Contartese.
19/03/2010 15:15EGENONIBuongiorno, ho ricevuto una fattura per riaddebito spese amministrative da una società francese che non ha partita iva. Devo inserirla nella dichiarazione intrastat, se sì in che modo? Ringraziando porgo cordiali saluti, Elena Genoni
19/03/2010 15:14UMBRIAse genero il file scambi.cee con intraweb posso procedere all'invio o necessità di firme elettroniche
19/03/2010 15:13studiosigolaUn tour operator che organizza "pacchetti" vacanza acquista servizi da soggetti intracomunitari (hotel,trasporti,guide ecc.). 1)Le relative fatture di acquisto vanno considerate servizi "generici" art. 7ter con emissione di autofattura o integrazione della fattura estera e conseguente presentazione del modello Intrastat, o continuano ad essere soggette alla normativa dell'art. 74ter? 2)In caso di acquisto di un servizio singolo da altra agenzia di viaggi estera come ci si deve comportare? 3)Nel caso di vendita di pacchetto viaggio a soggetti intracomunitari (sia passivi di imposta che privati) come ci si deve comportare? 4)Nel caso di vendita di servizio singolo (hotel oppure volo)a soggetti intracomunitari (sia passivi di imposta che privati) come ci si deve comportare? Grazie.