Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
16/04/2010 18:17BarbonsHo un contribuente, inserito nel regime dei contribuenti minimi, che ha emesso fattura per servizi professionali nei confronti di un cliente della Nuova Zelanda per un servizio giornalistico prestato in Nuova Zelanda. Va incluso negli elenchi intra servizi?
16/04/2010 17:48Lucia Nella circolare n. 14 E per gli elenchi intrastat su acquisti di servizi viene indicato di mettere il numero di protocollo anzichè il numero attribuito dal fornitore estero. Ma il protocollo è il numero da noi attribuito nel nostro registro acquisti o nel nostro sezionale delle fatture integrate acquisti? In caso di fatture di acquisto integrate tramite annotazione e non con autofattura, quando si registrano le fatture di acquisto estere nel nostro sezionale vendite integrate per fatture di acquisti o servizi intracomunitarie è corretto indicare il numero e la data attribuito dal fornitore estero o si deve indicare il numero di protocollo da noi attribuito come numero di documento e la data quella della registrazione ?
16/04/2010 17:30massimoPer gli acquisti di servizi intra UE dei mesi di gennaio e febbraio 2010, ai fini degli elenchi intrastat già presentati, in base alla circolare 14/E del 18.03.2010 deve essere corretto il numero del documento della fattura estera da noi indicato nel modello intrastat con il numero del protocollo relativo alla registrazione nel nostro sezionale vendite integrate su acquisti UE? Poichè abbiamo un unico sezionale sia per gli acquisti di beni che di servizi intra, l'indicazione del numero di protocollo non è progressivo per l'intra acquisto di servizi, qual'è la motivazione di indicare il protocollo anzichè il numero attribuito dal fornitore?
16/04/2010 17:19angeIl mio quesito riguarda un trasportatore italiano che effettua trasporti in Francia;per i pedaggi autostradali riceve una fattura unica dalla società francese a cui ha dato incarico di richiedere i rimborsi Iva per le fatture estere.Le fatture riportano due importi:ci sono i pedaggi con l'applicazione dell'Iva (rilevo solo il costo e non compilo INTRA); in più ci sono gli onorari della società francese per la gestione delle fatture autostradali e su quest'importo non c'è applicazione dell'IVA.Devo quindi emettere autofattura solo per l'onorario e presentare anche il modello intra dei servizi ricevuti?
16/04/2010 17:11ELUn nostro fornitore di servizi con sede a Cipro afferma che a Cipro per le società che svolgono attività di "Commission and Services Agents" non è necessaria la Partita Iva ma hanno solo un codice definito "Tax registration", probabilmente equivalente al nostro codice fiscale, che non viene riconosciuto all'interno del sistema di controllo delle P.Iva comunitarie. Come devono essere trattate queste società nell'ambito della ichiarazione Intastat?