Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
14/04/2010 17:30ElenaUn nostro cliente Ue ci addebita spese amministrative di gestione reso, mentre un altro ci addebita un contributo spese per smaltimento imballaggi (solitamente cartone+plastica). Sono da considerarsi spese accessorie alle cessioni di beni (come comportarci contabilmente di conseguenza?)o sono prestazioni di servizio art. 7ter e quindi da indicare sugli Intra? In questo caso qual è il cod. CPA corrispondente?
14/04/2010 17:29ieia59Ricevo fattura di trasporto da ditta UE relativa ad una importazione, la merce sarà sdognanata sul valore forfettario e non sul valore di fattura. Devo emettere l autofattura art 9 (nolo relativa a beni in importazione) oppure con IVA visto che il nolo non viene dichiarato sulla bolla doganale in quanto il valore forfettario comprende tutti gli elementi di valore)? Se emessa con IVA , va inserita in Intra servizi ? Grazie
14/04/2010 17:20LORENZASono stato in Germania ed ho soggiornato in un hotel che mi ha spedito fattura: come importo da inserire nell' intrastat ho preso l'importo totale della fattura che ho pagato con carta di credito (prima versando un acconto all'atto della prenotazione via internet, poi saldando la fattura sul posto sempre con carta di credito). Per codice del servizio ho messo 559019, per modalità di erogazione ho messo I (istantanea), per modalità di incasso ho messo A (accredito) e per paese di pagamento ho messo Italia, va bene?
14/04/2010 17:20SCSi prospetta la seguente fattispecie: una società italiana invia propri beni in un deposito situato in Canada – ove ha una propria posizione fiscale non rientrante nella fattispecie della stabile organizzazione – ed emette, all’atto dell’invio, una fattura proforma ai soli fini doganali (non configurando tale fattispecie un’esportazione). La successiva vendita dei beni effettuata in Canada è fuori campo Iva, ai sensi dell’art. 7 bis, DPR 633/1972. I servizi di carico/scarico merci in Canada e trasporto dal deposito alla sede dei clienti sono curati da un soggetto canadese, il quale emette fattura con applicazione dell’imposta canadese (GST). La società italiana, attraverso la posizione fiscale di cui è titolare in Canada, liquida e versa periodicamente l’imposta canadese, includendo in tale liquidazione anche l’imposta addebitata dall’operatore canadese nelle fatture relative ai servizi suddetti. Alla luce della nuova normativa Iva delle prestazioni di servizi in vigore dall’1.01.2010, si chiede di conoscere quale sia il trattamento ai fini Iva delle prestazioni di servizi di carico/scarico e trasporto merci ricevuti in Canada da soggetto canadese e per i quali la società, mediante la posizione fiscale ivi aperta, provvede a liquidare e a versare l’imposta canadese all’Erario di tale Paese.
14/04/2010 17:11sunsatiaANCH'IO Negli elenchi intrastat di gennaio e febbraio 2010 nella parte servizi acquistati HO inserito alla voce numero fattura quello del documento del fornitore invece del numero dell'autofarra emessa da noi. Adesso in marzo inseriró il numero dell'autofattura. Cosa devo fare per gli elenchi precedenti posso inviare alla dogana una lettera di rettifica ?? Grazie