Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
13/04/2010 12:08ecommerceper una società che riceve fatture da ebay, quale codice servizio bisogna indicare nel modello intrastat?
13/04/2010 11:46steveIn relazione ai servizi rivevuti vorrei sapere: Le note di credito (2010) che stornano fatture di servizi registrate nel 2009 vanno inserite nella dichiarazione INTRA ? Le fatture di servizi ricevuti datate 2009 ma registrate nel 2010 vanno inserite nella dichiarazione INTRA ? Se, come sembra, nella dichiarazione intra servizi ricevuti nelle colonne 6/7 vanno inseriti i dati dell'autofattura e non quelli della fattura estera, quali sono i cambi corretti da utilizzare nelle colonne sottoelencate: Col. 4 ammontare delle operazioni in euro: LA DATA DEL CAMBIO DA UTILIZZARE, in caso di fattura in valuta, E' QUELLA DELLA FATTURA ESTERA O QUELLA DELL'AUTOFATTURA ? Col. 5 ammontare delle operazioni in valuta: LA DATA DEL CAMBIO DA UTILIZZARE PER ESPRIMERE IL VALORE IN VALUTA DEI PAESI NO/EURO E' QUELLA DELLA FATTURA DEL FONITORE O QUELLA DELL'AUTOFATTURA ? Grazie, Stefano
13/04/2010 11:37FrancisLOCAZIONE DI IMMOBILE Un’impresa francese loca un immobile ad uso ufficio (A10) ad un’azienda italiana che non soffre di limitazioni alla detrazione da pro-rata. L’operazione è territorialmente rilevante in Italia ai sensi dell’art. 7-quater del DPR n. 633/72. L’impresa locatrice non ha stabile organizzazione in Italia e pertanto, dal 2010, obbligato all’assolvimento degli adempimenti Iva in Italia non è più il locatore bensì il committente nazionale ai sensi dell’art. 17, co.2 del DPR n. 633/72. Si chiede se il committente debba considerare tali canoni esenti da Iva ai sensi dell’art. 10 n. 8 del DPR n. 633/72 (ed esclusi pertanto dall’obbligo di inserimento del modello Intra 2-quater) oppure se vada, invece, assoggetta ad Iva in reverse charge. Si chiede quale debba essere altresì il trattamento nel caso in cui il committente abbia un pro rata di detrazione non superiore al 25%.
13/04/2010 11:23studio coppolaSu alcune fatture di acquisti effettuati da un soggetto passivo in Italia da un soggetto passivo in altro paese comunitario, con rappresentante in Italia, viene riportata correttamente la dicitura "operazione effettuata ai sensi dell'art. 17 comma 2 dpr 633/72. Come si fa a stabilire se per queste operazioni bisogna presentare gli elenchi intrastat dato che potrebbe trattarsi anche di beni che non si trovano nel territorio dello stato? Grazie
13/04/2010 11:03alnOGGI HO SAPUTO CHE LE DICHIRAZIONI INTRASTAT SI POSSONO MANDARE ANCHE ATTRAìVERSO L'AGENZIA DELLE ENTRATE.AVENDO GIA' FATTO LA RICHIESTA PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'ACCESSO AL SERVIZIO TELEMATICO DOGANALE E RICEVUTO TUTTI I CODICI DI ACCESSO PER POTER UTILIZZARE IL SERVIZIO TELEMATICO ENRATEL DEVO RICHIEDERE UN'ALTRA AUTORIZZAZIONE O COSA DEVO FARE?