Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
08/04/2010 11:13katiala fattura ricevuta da google per la pubblicità sul suo sito è intracomunitaria?Come la devo registrare?
08/04/2010 10:57LBLa societa Inglese per la quale lavoro non é registrata ai fini IVA in Italia. Questa societa sta importando dei beni in Italia dall’America. Questi beni veranno rivenduti a dei soggetti passivi Italiani (residenti e registrati ai fini IVA in Italia). La societa inglese non ha una stabile organizzazione in Italia. In seguito alle nuove regole sulla territorialita dei beni e dei servizi e sul reverse charge, quando la societa inglese fattura il soggetto passivo Italiano, il meccanismo dell’inversione contabile deve essere attuato obbligatoriamente. Il nostro problema é capire come puo essere recuperata l’IVA a credito (IVA all’importazione) che il nostro spedizioniere Italiano anticipa per conto nostro in dogana. Ci sono due alternative: 1. Registrarsi ai fini IVA in Italia al solo fine di recuperate l’IVA all’importazione e poi presentare la dichiarazione IVA e il modello VR di rimborso; oppure 2. Non registrarci in Italia e presentare una istanza di rimborso presso l’uffici IVA dei non residenti di Pescara. Noi preferiremo non registrarci in Italia ma non siamo sicuri se una semplice istanza di rimborso possa essere sufficente per recuperare l’IVA e sopratutto se al fine di sdoganare le merci noi dobbiamo utilizzare solo il numero di partita IVA italiano o se possiamo utilizzare il numero di partita IVA inglese e quindi evitare di registrarci in Italia. In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti.
08/04/2010 10:53GIANNINegli acquisti intracomunitari di beni, nelle fatture di acquisto ricevute in molti casi sono indicate spese accessorie, operazioni carico scarico, trasporto ecc. Queste nella compilazione del modello intra acquisti come devono essere indicate? sommate alla merce o indicate separatamente. In caso di merce con codici di nomenclatura diverse, le spese accessorie eventualmente come devono essere ripartite?
08/04/2010 10:24LeoNel 2009 abbiamo avuto un volume d'affari in paesi UE esteri di € 2323 e un volume d'affari a San Marino di € 94986. Nel 2010 saremo soggetti alla presentazione dei modelli Intrastat con cessioni mensili o trimestrali (San Marino concorre o no alla determinazione del volume d'affari estero?)
08/04/2010 09:55FEDEUna società facente parte di un franchising deve inviare i modelli intrastat per le fatture sulle royalties che paga mensilmente ad un soggetto comunitario? L'acquisto di un software effettuato tramite e-commerce da una società residente in un paese della comunità europea rientra tra gli acquisti di servizi intracomunitari? Anche per questo occorre quindi inviare il modello intrastat? Grazie e cordiali saluti, Federica Rodino