Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
07/04/2010 16:03garage63Società organizza eventi congressuali,nel caso specifico abbiamo iscritto per conto di un'altra società italiana, un numero di partecipanti ad un'evento (non organizzato da noi) che si svolgerà ngli stati uniti, in più il soggiorno e i trasferimenti in auto da e per aereoporto.Ci siamo rivolti ad un tour operator del luogo che ci ha inviato la fattura in dollari relativa al soggiorno iscrizione e trasferimenti. Si chiede se è corretto registrare in contabilità la fattura del fornitore americano Fuori campo applicazione IVA art. 7 Quater e non quinques in quanto rese da soggetto terzo rispetto all'organizzatore del convegno, per cui si presentano come prestazioni aggiuntive e non accessorie e sopratutto riaddebitare al committente italiano con fattura soggetta ad iva 20%. Cordiali saluti
07/04/2010 15:35giampyLe segnalazioni intrastat acquisti e/o vendite di merci soggette al regime del margine devono essere segnalate solo per la parte statistica da chi ha scadenza mensile? se non sono variate le disposizioni, quindi chi è "TRIMESTRALE" NON deve compilare il mod. intrastat?
07/04/2010 15:35lupo80Un contribuente ha acquistato nel mese di aprile uno spazio pubblicitario su internet da una ditta tedesca. Dovrà integrare la fattura d'acquisto con l'indicazione dell'iva e presentare l'elenco intrastat?
07/04/2010 15:33brianzavisto che qui nessuno risponde.... Servizi alberghieri erogati fuori dal territorio nazionale I costi per alberghi e ristoranti sostenuti fuori dal territorio italiano non devono essere assoggettati a IVA ai sensi dell'art. 7-quater co. 1 lett. a) del DPR 633/72, ma scontano l'imposta locale perché essa è dovuta nel Paese ove è fornito l'alloggio o dove il servizio di ristorazione è eseguito. Con riferimento a tali operazioni, quindi, le società, le imprese e i professionisti italiani non devono: - emettere autofattura o integrare il documento estero, in quanto tali operazioni sono fuori campo IVA; - compilare il Modello INTRA 2 degli acquisti.
07/04/2010 15:18CMUna società italiana acquista merci da una società residente nella UE (cessione intracomunitaria). La società UE emette regolare fattura senza applicazione dell'IVA per la cessione intracomunitaria di merci e nel medesimo documento procede a fatturare, sempre senza applicazione dell'IVA, una somma relativa al servizio di trasporto delle merci cedute. Ai fini degli adempimenti INTRA si chiede se le merci cedute e i servizi di trasporto accessori all'acquisto di merci, debbano essere inseriti separatamente (e rispettivamente) negli appositi modelli INTRA2 bis e quater o se sia i beni che i servizi debbano essere invece inseriti tutti insieme nel modello INTRASTAT relativo all'acquisto di beni (INTRA 2 bis), in quanto trattasi di un servizio di trasporto accessorio e collegato direttamente all'acquisto di questi ultimi. In tal caso è corretto ai fini IVA integrare la fattura sia per la parte di acquisto di beni che per la parte dei servizi ricevuti? Sappiamo che è in programma l'uscita di una circolare nel mese di maggio, ma per quanto riguarda gli INTRA di aprile attendiamo risposta in merito. Cordialmente ringrazio