Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
06/04/2010 22:39lucyUna ditta italiana acquista da una ditta fornitrice olandese che dispone di una succursale italiana come rappresentanza,e riceve regolare fattura dalla stessa ditta olandese in esenzione Iva ART.7.Secondo le nuove disposizioni si effettuano le registrazioni IVA col sistema del REVERSE CHARGE (fatt.registrata sia nel registro acquisto che nelle vendite), e' giusto non compilare il Mod.intra?
06/04/2010 18:24FRANK1)-DOMANDA INTRA 2 QUATER Le fatture di servizio datate 2010, non ancora pagate ma relative a prestazioni effettuate nel 2009 (es. provvigioni 4°trim.2009), vanno dichiarate in Intra? 2)-DOMANDA INTRA 2 QUATER Per le fatture non ancora pagate, cosa si deve dichiarare sul campo 10 "modalità di incasso" se al momento della compilazione non si sa ancora se sarà disposto il bonifico, inviato assegno o altro? 3)-DOMANDA INTRA 2 QUATER Oltre al c/c su banca in Italia, abbiamo un c/c su banca estera in territorio estero (Germania). Per le fatture non ancora pagate, cosa si deve dichiarare sul campo 11 "paese di pagamento" se al momento della compilazione non si sa ancora se il bonifico sarà disposto tramite c/c della banca italiana oppure c/c della banca tedesca? 4)-DOMANDA INTRA 1 QUATER Per le fatture non ancora incassate, cosa si deve dichiarare sul campo 9 "modalità di incasso" se al momento della compilazione non si sa ancora se il cliente pagherà tramite assegno o bonifico? 5)-DOMANDA INTRA 1 QUATER Per le fatture non ancora incassate, cosa si deve dichiarare sul campo 10 "paese di pagamento" se al momento della compilazione non si sa ancora da quale paese sarà disposto il bonifico(es. cliente olandese potrebbe pagare con sua banca in Germania)? Cordiali saluti.
06/04/2010 17:54LORENANegli elenchi intrastat di gennaio nella parte servizi acquistati abbiamo inserito alla voce numero fattura quello del documento del fornitore invece del numero dell'autofarra emessa da noi. Immagino si debbano rettificare i dati trasmessi mediante la compilazione della sez.IV. Ma come compilare il modello?Solo indicando il modello di riferimento e i numeri corretti di documento e data? O riportando tutti i dati di ogni riga trasmessa a febbraio?
06/04/2010 17:23BRILLIUn'impresa tedesca identificata ai sensi art.35 ter Dpr 633-72 importa in italia prodotti dalla Cina. Tali merci dopo l'operazione doganale vengono immagazzinate presso depositi in Italia. Nel modulo Dau viene indicata la partiva iva Italiana del soggetto non residente e si paga l'Iva direttamente in Dogana. Successivamente la Soc. tedesca vende la stessa merce, nel territorio nazionale. Nella fattura di vendita dovrà essere indicato l'imponibile + iva ai sensi art.7 bis ed art.17 3comma, oppure dovrà essere indicato solamente l'imponibile, senza l'iva, ai sensi art.17 2 comma? Nel caso dovesse essere esatto utilizzare la seconda ipotesi, il soggetto tedesco dovrà richiedere il rimborso dell'Iva pagata all'atto della importazione?
06/04/2010 17:17ENRICAPer le banche e altri soggetti che hanno optato per la dispensa della fatturazione per le operazioni esenti ai sensi dell'art. 36 bis, che prestano servizi a soggetti passivi residenti in altri stati UE è obbligatoria l'emissione della fattura ai sensi dell'art. 7 ter, anche per operazioni oggettivamente esenti o fuori campo in Italia? Per quanto riguarda gli acquisti di servizi da soggetti esteri da parte di banche etc (con dispensa ex art. 36 bis) è obbligatoria l'emissione dell'autofattura ai sensi dell'art. 17 comma 2 DPR 633/72 sia che si tratti di operazioni imponibili in Italia che di operazioni esenti?