Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
06/04/2010 17:11carlobuona sera, necessito sapere per la compilazione modelli intrastat dei servizi quanto segue: - il codice delle provvigioni e bonus - i codici dei servizi sono vincolati con i codici attività - spese del personale ( stipendi..) - autonoleggio auto senza autista - devono essere dichiarate solo le autofatture oppure - non è da considerare errore - le fatture degli acquirenti intracomunitari?? nel caso che dobbiamo dichiarare solo le autofatture come poter rettificare le fatture dichiarate? grazie!
06/04/2010 15:45SandraBCESSIONI DI PROVVISTE E DOTAZIONI DI BORDO Una ditta italiana (A) acquista da un fornitore italiano (B) provviste e dotazioni di bordo, inviate da quest’ultimo direttamente a bordo. Successivamente la cessione di tali beni viene fatturata da (A) all’armatore della nave (C). Si chiede come devono essere fatte le fatture sia da parte del fornitore italiano (B) nei confronti di (A), sia la rifatturazione da parte di (A) all’armatore (C).
06/04/2010 15:31ANNADUESOGGETTO PASSIVO: medico con sole operazioni attive esenti IVA art. 10. Totale indetraibilità IVA sulle operazioni passive. Normalmente non presenta la dichiarazione IVA. Frequenta un corso di ostepatia in Italia per la durata di 5 anni. Pagamento in 3 rate annuali fatturate da un soggetto spagnolo (scuola), senza rappresentanza fiscale in Italia, fattura spagnola senza IVA. Si chiede qual’è il corretto comportamento in capo al soggetto passivo italiano nelle due ipotesi sotto indicate: 1)soggetto in contabilità semplificata 2)contribuente minimo Obbligo oppure esonero dalla presentazione del modello INTRA2-quater? In quale modo si svolge il reverse-charge nelle due fattispecie? L'anno successivo deve presentare la dichiarazione IVA?
06/04/2010 15:27SandraBSERVIZI DI MANUTENZIONE SU BARCHE UE ED EXTRA-UE Una società effettua prestazioni di servizi: - nell’ambito di un porto turistico su imbarcazioni da diporto; - nell’ambito di un porto su navi di natura commerciale; consistenti in : -intermediazione per l’acquisto/vendita di imbarcazioni; -lavori di manutenzione, riparazione e ammodernamento alle imbarcazioni e/o alle navi di natura commerciali. Queste prestazioni sono rese a soggetti (persone fisiche/società) proprietari/armatori residenti nella Ue-Extra-Ue di imbarcazioni/navi battenti bandiera estera/Ue. In base alla disciplina Iva in vigore fino al 2009 la non immobilità ai sensi dell’articolo 9, n.9 Dpr 633/72 per i servizi di manutenzione e riparazione eseguiti su beni di provenienza estera non ancora definitivamente esportati e, la non imponibilità ai sensi dell’art.40 comma 4-bis del Dl 331/93 se resi a un committente Ue (non italiano) soggetto passivo d’imposta, sempreché l’imbarcazione fosse spedita al di fuori dello Stato al termine della prestazione, dipendevano dal paese di registrazione della bandiera nei pubblici registri. (prevalenza della bandiera sul committente) Esempio: La riparazione di una imbarcazione battente bandiera americana di proprietà di un armatore inglese era fatturata non imponibile art.9, n.9 Dpr 633/72 (bandiera americana)e non art.40 co.4bis Dl 331/93 (proprietario inglese). In base alle nuove regole in vigore dal 2010, contenute nell’art.7-ter Dpr 633/72, l’individuazione della territorialità della prestazione resa risponde ora semplicemente alle seguenti alternative: a) quando sono rese a soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato e non; b) quando sono rese a committenti non soggetti passivi da soggetti passivi stabiliti nel territorio dello stato e non. In conclusione, si domanda se comunque anche con la riformulazione dell’art.7 la bandiera prevale sul committente oppure no.
06/04/2010 15:26DiegoCOMMISSIONI DI UN AGENTE COMUNITARIO PER MERCE CON DESTINAZIONE FINALE EXTRA-UE Emissione di una autofattura Non imponibile art. 9 registrata nei registri acquisti e vendite. Tale fattura deve essere dichiarata in intrastat?