Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
25/03/2010 18:53IVROMANIMedico endocrinologo specialista in Italia versa quota annuale per iscrizione/rinnovo di una tessera alla European Society of Endocrinology (Bristol, UK). Come si deve trattare ai fini IVA e Intrastat?
25/03/2010 18:52lidiabetquale è la procedura per uno studio professionale che deve inviare i modelli intrastat per vari clienti, non sempre gli stessi ed alcuni solo occasionali, che hanno tutti un volume inferiore a 50.000 euro annui sia di acquisto che di vendita in Europa. Da quello che sembra, ed anche da spiegazioni date dai funzionari delle dogane, sembrerebbe che dovremmo farci fare una delega all'invio a nome dello studio per via telematica, poi presentasrsi di persona presso l'agenzia delle dogane più vicina (o quella di competenza che non necessariamente è quella più vicina) a riturare le chiavi di accesso al sistema presentando tutte le deleghe dei vari clienti (ditte singole) interessati all'invio. Sembra una cosa molto macchinosa e burocraticamente quasi impossibile, può capirare, anzi capita spesso, che una ditta abbia una vendita o un acquisto "spot" e poi non ne faccia altri per anni, che senso ha dover fare tutta la pratica di delega e autorizzazione per una fattura magari di solo 50 euro? non crediato che il caso sia così marginale, anzi il grosso degli adenpimenti sarebbero proprio questi, che fino ad ora facevano una sola dichiarazione semplice ed oggi sono costretti a farne magari quattro e complicatissimo per somme irrisorie. Suggerimento: perchè non utilizzare il solito canale Entratel già esistente e collaudatissimo che permette agli studi professionali autorizzati di inviare i modelli instrast con lo stesso criterio con cui si inviano tutte le altre denunce? Poi l'Agenzia delle Entrate provvederebbe a incanalare le denunce alle dogane competenti, così come si fa per tutte le dichiarazioni fiscali? era troppo semplice oppure la "semplificazione" dobbiamo sempre interpretarla come "complicazione" ?? Vi sarei grata se vorrete chirirci le idee in merito alla presentazione delle mini-dichiarazioni e sulle autorizzazioni necessarie ad uno studio professionale. Grazie mille Lidia Bettucci
25/03/2010 18:50TAMMARORITENGO LA NORMATIVA DELLA AGENZIA DELLE DOGANE FARRAGINOSA E POCO COMPRENSIBILE. L'UTILIZZO DELLE INVII INTRASTAT DAI SOGGETTI ABILITATI ENTRATEL PUO' AVVENIRE DIRETTAMENTE UTILIZZANDO IL SISTEMA ENTRATEL ALLO STATO ATTUALE COMPRENSIBILE DA NOI COMMERCIALISTI E CON POCHE E SEMPLICI PASSWORD.L'AGENZIA DELLE DOGANE NE HA RILASCIATE 5 E SE CHIEDETE COME FUNZIONANO (QUALCUNO RISPONDERA' FORSE E' QUESTA O IL SITO VE LA CHIEDE).AUSPICO CHE IN CORSO D'OPERA SIA PREVISTA TALE MODIFICA.EVIDENZIAMO CHE IL PROGRAMMA DELLA SOGEI PER L'INVIO DEGLI INTRASTAT VA MIGLIORATO ATTESO LA NUOVA NORMATIVA.AUSPICO INFINE CHE CI SIANO PIU' INVII DI PROVA PER VEDERE SE L'UTENTE(DELEGATO) ABBIA CAPITO COSA FARE. CON ENTRATEL CI ABBIAMO IMPIEGATO FORSE UN PAIO D'ANNI.GRAZIE.
25/03/2010 18:45STUDIO CSI CHIEDE SE LA VIA ENTRATEL PER LA PRESENTAZIONE TELEMATICA DEI MOD.INTRASTAT SARA' DISPONIBILE OPPURE NO ENTRO IL 25 APRILE 2010.
25/03/2010 18:36servizi acquisti In data 19.3.2010 presentato INTRA 2 con acquisti servizi indicando, quale nr. e data fattura, quella del fornitore di servizi comunitario(fatture integrate). A conoscenza,dopo la presentazione mod.Intrastat, della circ.14E del 18.3.2010 che dispone che su intra 2 quater si deve indicare nr. e data registrazione attribuita nella propria contabilità da soggetto italiano. SI CHIEDE se si dovrà presentare un successivo INTRA 2 (QUINQIES) DI RETTIFICA indicando con il segno "memo" precedenti dettagli e "più" stessi dettagli, modificando di fatto solo gli estremi nr e data fattura(come indicato sul modulo stesso) con nr e data registrazione contabilità(come da circ. 14E del 18.3.2010).