Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
25/03/2010 12:22pippopulSi chiede se il legislatore nell'ambito della nuova regolamentazione armonizzata abbia di fatto equiparato alcune prestazioni o servizi alle cessioni alle esportazioni. Quindi se nella pratica e nello specifico, con l'intervenuto obbligo di compilazione degli elenchi periodici, le prestazioni di traduzione effettuate da un impresa o professionista italiano a favore di committenti stranieri con e senza partita iva (consumatori finali ed imprese), rendano automaticamente impossibile l'esercizo di tale attività fruendo del regime dei contribuenti minimi cui alla legge finaziaria 2008 art.1, co 96-117, con l'immediata, pertanto, decadenza dal regime stesso. A maggior chiarimento le traduzioni in oggetto sono rivolte alla traduzione in italiano e compilazione di bozze di manuali tecnici o depliant di beni di largo consumo che saranno successivamente immessi nel mercato italiano.
25/03/2010 12:20LillyUn'azienda agricola ha rinnovato on line in gennaio l'abbonamento al programma antivirus Norton, con Symantec (società in Lussemburgo), pagando con carta di credito e comunicando nell'ordine anche la propria partita IVA. In fattura, pertanto, non le è stata addebitata alcuna imposta. L'azienda ha provveduto ad emettere autofattura con conseguente registrazione sia nel registro delle fatture emesse che in quello degli acquisti. Ritenendo che il rinnovo di un abbonamento antivirus possa essere considerato un servizio, l'azienda agricola presenterà nell'Aprile 2010 il modello Intra servizi. Ritenete che stia procedendo correttamente? Penso che tale problematica sia piuttosto diffusa e che riguardi quasi tutti gli operatori che, nell'esercizio di un'attività economica (dotati cioè di partita IVA),rinnovano tali abbonamenti. Grazie per la Vostra gentile conferma.Maria Emanuela Giannotta
25/03/2010 12:06furiaVI PREGO, FATECI USARE ENTRATEL PER INVIO MODELLI INTRASTAT.
25/03/2010 12:04RobNel frontespizio del modello INTRA, sezione 4 (rettifiche servizi ricevuti), non è prevista l'indicazione di rettifiche negative conseguenti a note di accredito ricevute. Come ci si deve comportare?
25/03/2010 11:45STUDIO MEGANIUN ENTE NON COMMERCIALE CHE SVOLGE ANCHE ATTIVITA' COMMERCIALE PER LE SPONSORIZZAZIONI RICEVUTE E CHE DUNQUE HA PARTITA IVA, E' CONSIDERATO, EX NUOVO ART. 7-TER, SOGGETTO PASSIVO PER I SERVIZI RICEVUTI DALLA UE. DEVE PRESENTARE GLI INTRA COMPRENDENDO ANCHE EVENTUALI ACQUISTI DI BENI E DUNQUE ESSERE CONSIDERATO SOGGETTO PASSIVO ANCHE QUANDO ACQUISTA?