Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
24/03/2010 14:17CLAUDIA SIMONAnel modello INTRA servizi ricevuti colonna 10 modalità di pagamento, per un servizio non pagato al momento di presentazione del modello, va indicato comunque il codice del metodo di pagamento che già si conosce verrà usato per effettuarlo oppure sempre il codice X? gRAZIE
24/03/2010 14:12enrico5665Un quesito sull'obbligato alla presentazione degli elenchi Intrastat. Il Decreto Min. Finanze 22/2/10 art. 1 c. 1 lett. b) dice "elenco ... operazioni acquisite". Se un soggetto A passivo IVA acquista servizi "generici" ex 7-ter dpr 633/72 per conto di un diverso soggetto B passivo IVA (il quale provvede poi a rifondere delle spese sostenute) é il soggetto A che acquista per conto del secondo, o é il secondo soggetto B che "acquisisce" il servizio a dover presentare il modello Intra? E se il soggetto A agisse "in nome e per conto" su chi ricadrebbe l'obbligo di presentazione del modello? Grazie
24/03/2010 14:06KatiaSe un cliente non ha ancora pagato la fattura emessa a febbraio, nella dichiarazione quale modalità di pagamento devo indicare? quando effettuerà il pagamento devo fare una rettifica al mese di febbraio? Inoltre, se è stata emessa una nota di credito relativa ad una fattura del 2009, devo indicarla? come dichiarazione o rettifica?
24/03/2010 13:59geremia moschini1° quesito nel mod. INTRA QUATER nella colonna identificazione del paese in cui si effettua il pagamento nasce la perplessità se deve essere indicato il paese da cui il denaro è movimentato o il paese dove il pagamento è stato o sarà effettuato. es. IT: fornitore servizio, DE: committente. il pagamento viene effettuato con bonifico bancario da Banca Italiana sul conto DE presso banca in DE . A ns. avviso il paese da indicare è DE diverso sarebbe se nell'esempio s.c. il bonifico mosso da banca IT venisse fatto in un conto del destinatario DE aperto in una banca Italiana. In questo caso sarebbe IT 2° quesito Un soggetto comunitario che si è identificato ai fini IVA direttamente ai sensi art. 35 e che nell'anno 2009 si è costituito il plafond ( risol. 102/99) può con le regole delle nuove direttive U.E. e D.lgs 18 utilizzarlo all'atto delle importazioni che effettuerà nel 2010 emettendo dichiarazione d'intento da presentare in dogana? grazie
24/03/2010 13:54ChiczaSpett.le Ufficio, sto facendo arrivare in Italia la Chicza, l'unico chewing-gum al mondo naturale, vegetale e biodegradabile al 100%. La Chicza viene dal Messico ma la stessa Azienda ha costituito la succursale in Inghilterra, quindi a me arriverà dall'Inghilterra, seguendo l'iter dei scambi commerciali europei. La mia domanda è la seguente: Che aliquota avrà la Chicza ( codice TARIC 1704101010) 4% 10% 20%. In considerazione che è un prodotto biologico non dovrebbe avere l'aliquota del 20% che hanno tutti i classici chewing-gum. Grazie e distinti saluti. Chicza Italia di Di Giacomo Giulio