Leggi i quesiti / suggerimenti

Sono presenti 1300 messaggi.



Elenco dei suggerimenti pubblicati
Data Nickname Suggerimento
22/03/2010 13:51DANIELAUNA FATTURA DA UN FORNITORE CEE PER SERVIZI DATATA GENNAIO 2010 MA RIFERITA A PRESTAZIONI RESE NEL DICEMBRE 2009 VA DICHIARATA A GENNAIO? IO L'HO DICHIARATA, SE HO SBAGLIATO COME FACCIO AD ANNULLARLA?
22/03/2010 13:40ALESMIRichiesta informazioni nella compilazione della parte servizi ricevuti: - nella casella Modalità di erogazione, a cosa si riferisce l'opzione R (a più riprese)? Un ns caso: un intermediario/segnalatore con il quale c'è un accordo per un fisso mensile più provvigioni è un servizio di tipo R? - Qual'è la differenza nella parte Modalità di incasso tra Bonifico e Accredito? - Paese di pagamento: nel caso di compensazioni, fornitore/cliente qual'è il paese in cui viene effettuato il pagamento? - Quando invece paghiamo ad esempio la restituzione di documenti doganali in contrassegno il paese di pagamento è IT? Vi Ringrazio per la collaborazione.
22/03/2010 13:33daniLe agenzie di viaggi devono compilare il modello intra?
22/03/2010 13:29IVANda qualche anno si parla di semplificazione. Propongo allora di non inserire le informazioni non strettamente necessarie nel modello intrastat a meno che non si uperino delle soglie importanti (tipo i precedenti 20.000.000 di euro di trasnsazioni comunitarie. Le piccole aziende non hanno le risorse per stabilire sempre in maniera univoca la nomeclatura combinata, il trasporto, il tipo di pagamento, il codice servizio e tutte le informazioni. Io propongo di mettere solo l'identificato del cliente o fornitore e il valore della transazione, almeno per le realtà di piccola o media dimensione. Poi le altre informazioni possono essere date solo su richiesta. Oggi le aziende già fanno fatica a sopravvievere e questo incremento di informazioni viene mal digerito in un'ottica di semplificazione. Quindi, ben venga l'indicazione delle transazioni su merci e su servizi, ma senza tante altre informazioni che appaiono inutili. Grazie Ivan Gallico
22/03/2010 13:18ELIFRAbuongiorno, nel paragrafo 2 della circolare n. 14/e del 18 marzo 2010 viene illustrato a titolo di esempio come ci si deve comportare nel caso in cui si superi il valore soglia di 50.000 euro nel corso di un trimestre. Il DM del 22 febbraio 2010 art.2 comma 4 contiene diverse disposizioni, e cioè che si deve provvedere alla presentazione di elenchi trimestrali (e non mensili) appositamente contrassegnati in caso di superamento del valore soglia in un trimestre. Grata per la vostra risposta porgo i più cordiali saluti.