Salta al contenuto

Scadenzario Fiscale

Adempimento

22 Agosto 2016

Chi: Intermediari finanziari indicati nell'art. 11, commi 1 e 2, del D.Lgs. N. 231/2007 (Banche, Poste Italiane, istituti di moneta elettronica, istituti di pagamento, SIM, SGR, SICAV, assicurazioni, agenti di cambio, societÓ di riscossione tributi, intermediari finanziari iscritti nell'albo ai sensi dell'art. 106 del TUB, societÓ fiduciarie, succursali dei predetti soggetti aventi sede legale in uno Stato estero, insediate in Italia, Cassa Depositi e Prestiti S.p.a., fiduciarie, cambiavalute, e altri soggetti individuati dal Testo Unico Bancario)

Cosa: Comunicazione - limitatamente alle operazioni poste in essere nell'anno 2015 oggetto di registrazione ai sensi dell'articolo 36, comma 2, lettera b) del Dlgs 231/2007 - dei dati analitici dei trasferimenti da o verso l'estero, di importo pari o superiore a euro 15.000, effettuati, anche attraverso movimentazione di conti, con i mezzi di pagamento indicati nell'articolo 1, comma 2, lettera i), del Dlgs 231/2007 (gli assegni bancari e postali, gli assegni circolari e gli altri assegni a essi assimilabili o equiparabili, i vaglia postali, gli ordini di accreditamento o di pagamento, le carte di credito e le altre carte di pagamento, le polizze assicurative trasferibili, le polizze di pegno e ogni altro strumento a disposizione che permetta di trasferire, movimentare o acquisire, anche per via telematica, fondi), eseguiti per conto o a favore di persone fisiche, enti non commerciali e di societÓ semplici e associazioni equiparate ai sensi dell'art. 5 del TUIR. Sono oggetto della comunicazione le operazioni di importo pari o superiore a 15.000 euro, sia che si tratti di un'operazione unica che di pi¨ operazioni che appaiono tra loro collegate per realizzare un'operazione frazionata

Modalità: Esclusivamente in via telematica utilizzando l'infrastruttura SID

Tipologie tributi:

  • Comunicazioni

Categorie contribuenti:

  • Istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, societÓ fiduciarie
Contribuente

22 Agosto 2016

Chi: Intermediari finanziari indicati nell'art. 11, commi 1 e 2, del D.Lgs. N. 231/2007 (Banche, Poste Italiane, istituti di moneta elettronica, istituti di pagamento, SIM, SGR, SICAV, assicurazioni, agenti di cambio, societÓ di riscossione tributi, intermediari finanziari iscritti nell'albo ai sensi dell'art. 106 del TUB, societÓ fiduciarie, succursali dei predetti soggetti aventi sede legale in uno Stato estero, insediate in Italia, Cassa Depositi e Prestiti S.p.a., fiduciarie, cambiavalute, e altri soggetti individuati dal Testo Unico Bancario)

Cosa: Comunicazione - limitatamente alle operazioni poste in essere nell'anno 2015 oggetto di registrazione ai sensi dell'articolo 36, comma 2, lettera b) del Dlgs 231/2007 - dei dati analitici dei trasferimenti da o verso l'estero, di importo pari o superiore a euro 15.000, effettuati, anche attraverso movimentazione di conti, con i mezzi di pagamento indicati nell'articolo 1, comma 2, lettera i), del Dlgs 231/2007 (gli assegni bancari e postali, gli assegni circolari e gli altri assegni a essi assimilabili o equiparabili, i vaglia postali, gli ordini di accreditamento o di pagamento, le carte di credito e le altre carte di pagamento, le polizze assicurative trasferibili, le polizze di pegno e ogni altro strumento a disposizione che permetta di trasferire, movimentare o acquisire, anche per via telematica, fondi), eseguiti per conto o a favore di persone fisiche, enti non commerciali e di societÓ semplici e associazioni equiparate ai sensi dell'art. 5 del TUIR. Sono oggetto della comunicazione le operazioni di importo pari o superiore a 15.000 euro, sia che si tratti di un'operazione unica che di pi¨ operazioni che appaiono tra loro collegate per realizzare un'operazione frazionata

Modalità: Esclusivamente in via telematica utilizzando l'infrastruttura SID

Tipologie tributi:

  • Comunicazioni

Categorie contribuenti:

  • Istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, societÓ fiduciarie